martedì 17 dicembre 2013

Nulla è cambiato

E il primo giorno di lavoro è andato!
Ciccino e Fagio sono sopravvissuti.
In realtà so che se la sapranno cavare senza di me, è che.... sono quasi gelosa del tempo che trascorreranno insieme in mia assenza e delle stupende cose che faranno ogni giorno...
Maaaa c'est la vie!
Andare in ufficio ieri è stata una figata. 
Arrivo con qualche minuto di anticipo....almeno il primo giorno.... E con mia grande sorpresa trovo li ad aspettarmi....
Nessuno!!!!
Erano ancora tutti fuori x pranzo!
-.-
Bell'accoglienza!
Va be poco male, conosco la strada..... Mi dirigo alla mia scrivania e...altra sorpresona: ma la sedia???!!!!
Ok che devo ancora rimettermi in forma dopo la gravidanza, ma passare 4 ore in piedi magari facendo piegamenti mentre rispondo al telefono non è proprio la mia idea di "rientro soft"
Curioso qua e la in attesa che arrivi qualcuno e noto con piacere che una cosa carina me l'hanno lasciata i miei colleghi....l'alberello di natale sulla scrivania, quello brutto!!!
Dovete sapere che abbiamo tipo 5/6 alberelli di natale già pronti alti 15cm da tenere sulla scrivania x creare un po' di atmosfera natalizia. Tutti carini, e uno (probabilmente il più vecchio, quindi parliamo di roba del 1800 o giù di li) osceno, tutto spelacchiato e senza palline. Ecco ogni anno si litiga x chi dovrà tenersi quell'obrobrio sulla scrivania.
Deduco che quest'anno non ci sia stata nessuna discussione. Ho vinto io! -.-

Finalmente arrivano i colleghi grandi saluti e tante chiacchere, aggiornamenti e pettegolezzi di rito.
Inizia anche a suonare il telefono.... colleghi e clienti che mi danno il benvenuto! Carini!!!! *.* 

Arriva anche il capo e tutti iniziano a far finta di lavorare (aaaah bello constatare che dopotutto nulla è cambiato!).
Il capo mi ragguaglia sulle ultime news di lavoro colleghi e mansioni redistribuito e subito si torna alla realtà. Col capo si lavora. Subito. 
O.O
Fortunatamente lo chiamano x un urgenza in produzione e me ne libero in men che non si dica..... Miiiii avevo rimosso le ore interminabili con lui al mio fianco ad arrovelarci su conteggi prezzi e seghe mentali esistenziali per fare un'offerta!!!! Aaaaaaaaaargh.

Pausa caffè.

Ovvero chiacchere davanti alla macchinetta fino a che il boss non ritorna in ufficio.....  Aaaah ma allora non è proprio cambiato nulla!!!
^.^

Questa sensazione mi sconvolge.
È come se non fosse passato tutto questo tempo. È come se non fossi mai stata a casa. È come se un anno e mezzo si fosse smaterializzato in un nano secondo..... 
È come se tu fossi andato avanti con la tua vita e poi arriva michael j fox a cavallo della sua DeLorean, ti prende e ti riporta indietro nel tempo.
Sensazione teriiiibbile!!! -.-

Sono ormai quasi le 17.00 l'ora di andare a riabbracciare il mio Fagiolotto si avvicina.... 
I milleduecento whatsAppi mandati a ciccino in queste ore mi aggiornano sul loro pomeriggio e mi tranquillizzano.
Ma io alle 17.31 sono già in macchina. Direzione casa.
Aprire la porta e vedere la gioia negli occhi di fagio mentre mi viene in contro per essere preso in braccio non ha prezzo!!!!

Domani è un altro giorno.... 

You know you love me
GuadylavoratriceMum

PS:grazie a tutti x i vs messaggi sms whatsAppi di supporto siete carinissimi.

domenica 8 dicembre 2013

- 8

No no ma carine le colleghe che mi mandano la foto della mia scrivania che mi sta aspettando.....




lunedì 2 dicembre 2013

Che ansia!

Ormai è praticamente ufficiale, il 16 dicembre rientrerò al lavoro. (Rientro tattico una settimana di lavoro e poi sarò in ferie per due settimane!)
Dopo quasi un anno e mezzo di assenza.... Un trauma insomma!!!
Che ansia!
No, non per il lavoro in se che vabbè saranno cambiate cose archivi clienti e offerte ma alla fine ci saranno sempre le solite cose da fare, e con la crisi che c'è ne avrò anche di meno...
Quello che mi preoccupa è Fagio!
Che starà col papà....
E ho detto tutto.
Che ansia!
Fagio sta con me 24 ore al giorno. Tutto ok. Sta tre minuti con Ciccino.... Cade, piange. Picchia la testa sul pavimento, piange. Sbatte la faccia sul fasciatoio, piange. Viene vestito al contrario, piange....
Ora, ok che si parla sempre e solo di istinto materno e che noi mamme capiamo e sappiamo senza che nessuno ci spieghi..... Ma cacchiolina...quando distribuivano l'istinto paterno lui era in fila per la playstation?!
Che ansia!
....forza Guady, fatti forza! Dopotutto li lasci soli, solo per 4 ore (part-time accettato yeah!!!) vedrai che se la caveranno!
Oppure puoi sempre passare dal pronto soccorso prima di rincasare, magari li trovi li! >.>
Che ansia!  





You know you love me
GuadyAnsiaMum

venerdì 22 novembre 2013

I giorni bipolari.

E poi ci sono quei giorni li.
Quelli in cui hai voglia delle peggio schifezze da mangiare...tipo Crekers con salame piccante (per la precisione schiaccia calabra) con contorno di torta bicolor con gocce di cioccolato!
Quelli in cui ti guardi allo specchio e ti vedi gonfia. Con borse e occhiaie. Con capelli spenti e insignificanti.
Quelli in cui salteresti alla gola del tizio davanti perché è verde e ancora non è partito.
Quello in cui decidi di andare a fare shopping con tuuuutti i buoni proposito del mondo e poi impiccheresti la commessa perché tu ti vedi tutto troppo largo troppo stretto troppo lungo o troppo corto e lei continua a dirti che col fisico che hai ti sta bene qualsiasi cosa....
Quello in cui piangeresti perchè hai buttato la pattumiera.
Quello in cui quello che tra mezz'ora non ti darebbe alcun problema, ora ti irrita da morire.
Quello in cui ti avvicini al calendario, guardi che giorno è......e tutto torna!
Ora è chiaro.

You know you love me
GuadyfasepremestruoMum

venerdì 15 novembre 2013

Il colmo!

Sono finiti i sacchetti freezer.
Andiamo all'ikea.
Ora, decidere di andar all'ikea solo per dei semplici sacchetti freezer, ha di per se del curabile clinicamente; decidere di farlo all'alba delle 16.30 a ridosso del traffico dell'ora di punta, è praticamente da suicidio. Ma se grande capo decide, la famiglia risponde.
Anche perché mica possiamo usare dei semplici sacchetti freezer di un comunissimo supermercato. -.-'

E poi.....diciamocelo, non è che abbia fretta o altre mille cose da fare dato che da quando esiste Fagio la mia vita mondana è praticamente ridotta a zero. (non che prima fosse chissà quanto eccitante, intendiamo!); Capite bene quindi che andare all'ikea diventa un po' come andare ad un mega party esclusivo, in quanto già so che tornerò a casa con le occhiaie i piedi doloranti ma con l'unica differenza che non ci saranno paparazzi a fotografarci nè red carpet nè vestiti sbrilluccicosi.

Arriviamo all'ikea. Ci facciamo il nostro bel giro. Trattengo Ciccino dallo shopping compulsivo: io non mi spiego come un uomo possa trasformarsi qui dentro. Sbavano all'idea di cacciaviti, bulloni e chiavi inglesi, tutto sembra indispensabile...
vogliamo parlare del set di misurini indispensabili per fare il pane fatto in casa ....mai usati!
oppure delle formine per i cupcake.....mai fatto un cupcake in casa nostra!
oppure della scatola (GIGANTE) multiuso inizialmente presa per mettere i giochini di Fagio ma che...non ci sta da nessuna parte se non in bella vista sul pavimento...no, ma era indispensabile!!!! >.<

Finiamo il giro, carichiamo la macchina,  la mia piccola aquila reale inizia a sbraitare....guariamo l'ora e....porello, c'ha pure ragione, è ora di cena!
Il fatto è che quando Fagio ha fame, non è che inizia a frignettare facendoti capire che ha fame e dandoti il tempo di preparare. Nooooooo.
Lui ha fame: ...zzi nostri!!!
Inizia a sbraitare come se non ci fosse un domani. Come se lo stessimo sgozzando. Come se non vedesse cibo dall'alba dei tempi (ho il timore che prima o poi arriveranno i servizi sociali a bussare alla porta, chiamati dai vicini preoccpuati per le grida che sentono....), e cosi non è che avessimo molta scelta, abbiamo richiuso la macchina e siamo rientrati all'ikea. Direzione ristorante.
(Adoro questo posto per i bimbi c'è ogni cosa! Anche il superfluo!!!)
Inutile che vi racconti gli occhi puntati che avevamo addosso mentre preparavamo la sua sbobba (io ancora non mi capacito di come possa apprezzare quella cozzaglia di pappa), e le sue urla da Aquila Reale.....
Dopo aver placato il suo appetito, e dopo aver sparpagliato pappa ovunque.... avendo lanciato bavaglino, cucchiaio, e tovaglioli in giro per la sala, ci appropinquiamo a Cenare anche noi, con le mitiche polpettine incriminate qualche tempo fa.
(Chissene! We love polpettine ikea con salsa ribes)
Facciamo giochicciare Fagio nell'area bimbi, e ad una certa deciciamo di andarcene.
Ci infiliamo  giubbini.
Ci incamminiamo verso l'uscita quando ad un certo punto.......

......i sacchetti freezer!!! O.O

Amo! Non abbiamo preso i sacchetti freezer! 
Ok, si rientra per l'ennesima volta, si rifà il giro, si prendono i sacchetti.....due confezioni. Non si sa mai!!!!
Ci spariamo un'altra mega coda alle casse e finalmente casa.....
con occhiaie, piedi doloranti e il baule pieno di cose (apparentemente) inutili!

You know you love me
GuadyIkeandoMum